Lesioni da Pressione

Le lesioni da pressione, note anche come piaghe da decubito o ulcera da pressione, sono danni localizzati alla pelle e/o al tessuto sottostante che di solito si verificano sopra una prominenza ossea a seguito di pressione o pressione in combinazione con taglio e/o attrito. I siti più comuni sono la pelle sovrastante il sacro, il coccige, i talloni o i fianchi, ma altri siti possono essere interessati come i gomiti, le ginocchia, le caviglie, la parte posteriore delle spalle o la parte posteriore del cranio.

Le lesioni da pressione si verificano a causa della pressione applicata ai tessuti molli che determina una completa o parziale ostruzione al flusso di sangue. Anche il taglio è una causa, poiché può stirare i vasi sanguigni che nutrono la pelle. Le lesioni da pressione di solito si sviluppano in individui che non si muovono, come quelli costretti a letto o costretti su una sedia a rotelle. Diversi altri fattori possano influenzare la tolleranza della pelle per la pressione ed il taglio, aumentando così il rischio di sviluppo di lesioni da pressione: la malnutrizione proteico-calorica, il microclima (umidità della pelle causata da sudorazione o incontinenza), malattie che riducono il flusso sanguigno alla pelle o malattie che riducono la sensazione nella pelle, come la paralisi o la neuropatia. La guarigione delle lesioni da pressione può essere rallentata dall'età della persona, dalle condizioni mediche, dal fumo o da farmaci come i farmaci antinfiammatori.

Sebbene spesso prevenute e curabili, se rilevate precocemente, le lesioni da pressione possono essere molto difficili da prevenire nelle persone in condizioni critiche, negli anziani fragili e nelle persone con mobilità ridotta.

Il tasso di lesioni da pressione nelle strutture ospedaliere è alto; la prevalenza negli ospedali europei varia dall'8,3% al 23%[McInnes, Elizabeth; Jammali-Blasi, Asmara; Bell-Syer, Sally E. M.; Dumville, Jo C.; Middleton, Victoria; Cullum, Nicky (2015-09-03). "Support surfaces for pressure ulcer prevention". The Cochrane Database of Systematic Reviews (9): CD001735. doi:10.1002/14651858.CD001735.pub5. ISSN 1469-493X. PMID 26333288]

 

Linee Guida per la prevenzione e il trattamento delle lesioni da decubito (2010)
- ATTENZIONE! CONSIDERARE SOLO LA PREVENZIONE! -

Questa Linea guida è stata prodotta in maniera indipendente e senza alcun contributo/finanziamento esterno alle aziende sanitarie che hanno partecipato alla stesura. Redatta a cura del Centro Studi EBHC dell’Azienda Ospedaliera di Bologna S.Orsola-Malpighi e prodotta da un panel muldisciplinare di professionisti dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna e dall’Azienda USL di Bologna con il supporto metodologico del CeVEAS. Attualmente la linea guida è da considerare solo per la parte “Prevenzione” in quanto la sezione “Trattamento” è stata sostituita dalle indicazioni della Regione Emilia-Romagna del 2016.

Le medicazioni avanzate per il trattamento delle ferite acute e croniche è il documento della Regione Emilia-Romagna del gennaio 2016 che è attualmente considerato il punto di riferimento per il trattamento delle ferite. Da questo documento derivano il protocollo di trattamento delle lesioni da pressione e le scale di valutazione delle lesioni cutanee anch’essi del 2016.
In ospedale sono in corso di predisposizione le istruzioni operative che dovrebbero rendere operativo il nuovo protocollo di trattamento. Nel frattempo vi sono alcuni altri documenti del 2010 ancora in uso: le Istruzione Operativa per l’igiene personale, i Consigli nutrizionali per l’alimentazione nelle lesioni da pressione, la Scheda di valutazione della nutrizione e la Scheda di prevenzione.



ldp

Documentazione




HOME HOME HOME